Stefano Mei candidato 2016 alla presidenza FIDAL

Il campione del mezzofondo scende ufficialmente in… pista

07Set

La candidatura di Stefano Mei alla Presidenza FIDAL
sboccia a Milano con l’applauso della competente platea

Ore 11.45: lo spezzino ha annunciato la propria disponibilità a mettersi al servizio dell’atletica italiana uscita umiliata dall’Olimpiade di Rio. L’aristocratica sala dello Sheraton Diana Majestic, destinata alla conferenza stampa per i giornalisti, presa d’assalto anche da icone dello sport, atleti, dirigenti di società. “Mi lancio all’insegna dell’orgoglio del riscatto e ben conscio di quanto sia importante rivalutare il passato per garantirsi il futuro”, ha sottolineato Mei, che ora comincia il giro tra le società italiane per raccogliere indicazioni circa il programma e la squadra da condividere con tutti coloro che vogliono promuovere il cambio di passo dell’atletica e della Federazione. Da domani pomeriggio sarà possibile rivivere la diretta streaming di Milano sul sito www.stefanomei.it, inoltre, sempre domani, il candidato Presidente sarà disponibile in chat sulla sua pagina Facebook dalle 17.30 alle 18.30.

MILANO, 7 settembre 2016 – Il dado è tratto: Stefano Mei si è ufficialmente candidato alla Presidenza della FIDAL, la Federazione Italiana di Atletica Leggera. È accaduto oggi, a cavallo di mezzogiorno, presso lo Sheraton Diana Majestic di viale Piave 42 e attraverso la diretta streaming sul sito www.stefanomei.it per tutti gli invitati alla conferenza stampa impossibilitati a raggiungere Milano per l’occasione specifica.

Dai rumors alla realtà, dunque. Il campione d’Europa sui 10.000 del 1986 è in lizza per “l’atletica, che ho nel sangue e per cui vivo da 40 dei miei 53 anni di età. Sono spinto dall’orgoglio del riscatto e non posso più rimanere zitto davanti al disastro dell’atletica italiana all’Olimpiade di Rio de Janeiro: al termine di un quadriennio di gestione si sarebbe dovuto vivere il rilancio dal tonfo di Londra 2012 e invece ci troviamo al punto più basso della storia italiana del nostro sport”.

“Insomma – ha sottolineato Mei nel corso dell’intervento per la dichiarazione di intenti durato mezz’ora, come da programma –: occorre il cambio di passo, che con la mia squadra sono pronto a promuovere dal momento in cui avremo completato la raccolta delle necessità che vengono dalla base delle società e dal vertice degli atleti. Domani parto per il giro delle regioni onde poter toccare con mano la situazione, mettendomi a disposizione di tutti su una spinta che non è certo frutto della retorica. E cioè: rivalutare il passato per garantirsi il futuro”.

Le prime frasi di Mei hanno strappato l’applauso spontaneo della sala e hanno fatto evaporare la tensione che dalla sera precedente attanagliava l’uomo poco avvezzo all’oratoria, ma ottimamente disposto alle azioni ficcanti figlie del pragmatismo.

Da lì si è sviluppato un fitto dialogo con la platea infarcita da icone del mondo dell’atletica (e non soltanto) come Livio Berruti, Franco Sar e Andrea Zorzi, da rappresentanti delle società venuti da ogni regione d’Italia e da giornalisti attenti ai punti che sono alla base del programma di Mei. Il programma definitivo sarà annunciato nei particolari assieme alla squadra al termine del giro tra le società, gli atleti e dirigenti dell’Italia intera, ma già sono riassumibili nei punti che riguardano:

  • ATTIVITÀ TECNICA CENTRALE E PERIFERICA
  • RICERCA, SVILUPPO, TUTELA E SALVAGUARDIA DEL TALENTO
  • GRUPPI SPORTIVI MILITARI E EQUIPARATI
  • ATLETI TOP
  • ASSISTENZA MEDICA E FISIOTERAPICA
  • CENTRO STUDI E RICERCA
  • ORGANI TERRITORIALI E SISTEMA FEDERALE
  • COMUNICAZIONE E MARKETING
  • ORGANIZZAZIONE SPORTIVA, CLUB, PROMOZIONE, MASTER, ETC.

Sul citato sito www.stefanomei.it per ciascuna delle sopra elencate voci ci sono le spiegazioni nel dettaglio, che hanno lo scopo di “dare all’atletica italiana una scossa per mettere nuovamente al centro quella dignità che non merita certo di essere ulteriormente calpestata. I campi di allenamento e di gara devono tornare ad essere invasi dal sorriso e dalla fierezza di chi appartiene al nostro movimento”.

Per chiunque volesse interagire con Stefano Mei, il candidato sarà contattabile e disponibile in chat sulla sua pagina Facebook domani, giovedì 8 settembre, dalle 17.30 alle 18.30. Inoltre sul sito www.stefanomei.it a partire da domani pomeriggio sarà possibile rivivere la mattinata milanese.